Istanza di annullamento in autotutela dell’interpello pubblicato in data 14 giugno 2019, sulla rete intranet e sul sito internet istituzionale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

In data 25 giugno Fedir Segretari ha inoltrato una richiesta di annullamento in autotutela dell’interpello pubblicato in data 14 giugno 2019, sulla rete intranet e sul sito internet istituzionale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali  ai sensi dell’art. 19, comma 1-bis, del D.Lgs. 165/2001 per una posizione dirigenziale di seconda per il conferimento di un incarico di titolarità o di responsabilità ad interim.

L'interpello infatti prevedeva che  “Le istanze trasmesse da personale non appartenente alla predetta qualifica dirigenziale, ivi comprese quelle eventualmente prodotte da Segretari Comunali e provinciali di fascia A e B, non saranno prese in considerazione e, pertanto, archiviate”.

Fedir Segretari ha sottolineato che i Segretari Comunali e provinciali di fascia A e B sono, senza alcun dubbio, dipendenti pubblici appartenenti a qualifica dirigenziale e, pertanto, un’esclusione da qualsiasi interpello per posizioni dirigenziali dei Segretari Comunali e provinciali di fascia A e B costituirebbe un’illegittima discriminazione nei confronti di tutta la categoria che sarà fatta valere in ogni sede giudiziaria.

 

Fedir ha quindi invitato il Ministero ad adottare i provvedimenti di annullamento  in autotutela anche al fine di scongiurare impugnazioni presso le competenti sedi giudiziarie che questo Sindacato sosterrà in ogni modo.

 

QUI LA NOTA

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta