Chi siamo

FEDIR (già Fedir Sanità) sezione di FEDIRETS

FEDERAZIONE DIRIGENTI E DIRETTIVI ENTI TERRITORIALI E SANITA'
 

PRESENTAZIONE

Fedir, già Fedir Sanità, si è costituita il 28.11.2017 quale sezione di Fedirets (Federazione Dirigenti e Direttivi Enti territoriali e Sanità), mediante associazione con altre sigle sindacali autonome (Direr-Sidirss e Direl, già riunitesi nel corso del 2017 in Direts) della nuova Area Funzioni locali, nata dal CCNQ 13/7/2016 e che costituisce i dirigenti (e i funzionari direttivi) professionali, tecnici e amministrativi che lavorano nel SSN, nelle Regioni, negli Enti locali (ingegneri, architetti, avvocati, economi e provveditori, contabili, capi del personale, statistici, sociologi, analisti, comunicatori, ecc.) e i segretari comunali e provinciali.

Secondo il censimento effettuato da ARAN al 31.12.2017, Fedir è la prima forza tra i dirigenti professionali, tecnici e amministrativi del SSN ed i Segretari Comunali e Provinciali con oltre 900 iscritti e, come Fedirets, è il primo sindacato della nuova Area Funzioni locali con oltre 1800 deleghe.

La forza di Fedir continua ad essere la specifica preparazione e naturale predisposizione dei componenti dei suoi organi direttivi  ad affrontare le problematiche relative allo status giuridico ed economico dei dirigenti delle professionalità amministrativa, tecnico e professionale. Questa sua particolare connotazione emerge chiaramente sia dagli argomenti affrontati (ed a volte risolti) a livello negoziale ARAN sia dal supporto tecnico che è in grado di  fornire nella contrattazione aziendale in tutte le tematiche relative alla gestione degli istituti normativi ed economici del personale attraverso i suoi esperti in materia di fondi contrattuali per la retribuzione dei dirigenti, regolamenti in materia di attribuzione e revoca degli incarichi, valutazione, graduazione delle funzioni.

Un componente della segreteria è sempre a disposizione per rispondere ad ogni tipo di quesito (che è possibile inoltrare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)  nelle materie di natura giuridica, economica e previdenziale.

Con cadenza pressochè quotidiana, Fedir invia ai suoi iscritti ma anche a tutti i dirigenti dei ruoli rappresentati una rassegna commentata delle principali notizie della stampa di settore e della specifica giurisprudenza.

Fedir organizza convegni nazionali e locali per aggiornare la dirigenza di riferimento sulle novità economiche e normative più recenti  e per affrontare di persona con i dirigenti  le problematiche di loro concreto interesse.

Offre ai nostri iscritti, a condizioni vantaggiose, copertura assicurativa e legale e convenzioni per servizi di consulenza fiscale e previdenziale, CAF e Patronato, anticipo liquidazione e formazione con UNINT.

Promuove attività di sensibilizzazione e difesa della dirigenza professionale, tecnico-amministrativa attraverso lettere e documenti inviati alle Istituzioni competenti e articoli ai maggiori organi di stampa.

LE CONQUISTE RECENTI
  • Ccnl 3/11/2005: tabellare unico conglobato
  • Ccnl 3/11/2005: dichiarazione congiunta n° 1= impegno ad inserire tutta la retribuzione di posizione (compresa  la variabile aziendale) nel calcolo IPS. Siamo riusciti (ed il merito è esclusivamente del nostro sindacato) a fare un passo avanti nella via del riconoscimento della “variabile aziendale” nel calcolo dell’IPS. Abbiamo, infatti, ottenuto  nel CCNL 3/11/2005 la  dichiarazione congiunta n.1 con la quale: 

         “Le parti si impegnano a verificare presso l’INPDAP la possibilità  di prevedere nel prossimo CCNL le modalità, con le quali calcolare in tutto o in parte  la retribuzione variabile aziendale sull’indennità premio di servizio, analogamente a quanto già previsto dal CCNL della dirigenza delle Regioni ed autonomie locali”.
  • Revisione (con la legge Balduzzi) del calcolo dei contingenti per l'uso del 15 septies nei ruoli PTA del SSN, che ha prodotto un drastico decremento dell'uso di tale modalità di reclutamento;
  • Modifica dell'art. 11 legge 124/2015 sulla riforma Madia della dirigenza pubblica. Il Consiglio di Stato nel suo parere n° 2113 del 14/10/2016 ha espressamente menzionato Fedir Sanità (oggi Fedir) per i contributi apportati alla redazione del parere stesso.
LE BATTAGLIE DI OGGI
  •  

    • l’impegno ad avviare e concludere in tempi rapidi le trattative per il rinnovo del CCNL 2016-2018
    • la valorizzazione di tutta la retribuzione di posizione ai fini della liquidazione
    • l’omogeneizzazione status giuridico ed economico dei dirigenti di tutta l'Area delle Funzioni Locali
    • il superamento dell'orario di lavoro per tutta la dirigenza PTA del SSN
    • la revisione degli onorari professionali degli avvocati e dei compensi per la progettazione per gli ingegneri ed architetti
    • un’adeguata collocazione contrattuale per nuove figure professionali, quali ad es. ingegneri ambientali, gestionali e clinici, informatici, comunicatori, ecc.
    • il riconoscimento dell’impegno “esclusivo” dei dirigenti PTA alla stregua dei dirigenti del ruolo sanitario
    • il riconoscimento delle attività di collaborazione svolte dai dirigenti PTA a supporto della libera professione dei dirigenti del ruolo sanitario
    • un rilevante investimento nella formazione professionale anche attraverso percorsi medio-lunghi di frequentazione in primarie Istituzioni nazionali e internazionali
    • la parità di trattamento economico con gli altri dirigenti relativamente a compensi ed indennità aggiuntive per le attività eccedenti i volumi prestazionali ordinari
    • il ripristino per i segretari comunali e provinciali, per via contrattuale, di istituti e riconoscimenti economici sottratti da norme legislative (ad es. i diritti di rogito, riconoscimenti retributivi e rimborsi spese nel caso di incarichi su Unioni di Comuni, nuovo inquadramento economico per i neo-iscritti in fascia B, ecc.)
    • coperture assicurative e legali a fronte degli aumentati rischi e contenziosi
    • il superamento dei parametri LEA per UOC e UOS delle funzioni tecnico/amministrative del SSN
    • l’ attuazione dei principi di trasparenza ed oggettività nel conferimento degli incarichi
    • il riconoscimento del merito secondo criteri equi ed oggettivi
    • la qualificazione e la previsione di opportunità di crescita per i funzionari direttivi

     

La piattaforma per il prossimo CCNL 2016/2018
  • Superamento della retribuzione della posizione di provenienza (ex livello) a favore della sola distinzione fra minimo contrattuale d’incarico e variabile aziendale
  • Obbligatorietà della formazione anche per i dirigenti PTA
  • Parità di trattamento economico con gli altri dirigenti relativamente a compensi ed indennità aggiuntive per le attività eccedenti i volumi prestazionali ordinari
  • Inserimento della posizione variabile aziendale nel calcolo IPS/TFS
  • Attuazione dei principi di trasparenza ed oggettività nel conferimento degli incarichi affermati dalla corte costituzionale con sentenza 103/2007 e dal DFP con circolare 10/2007.
  • Omogeneizzazione status giuridico ed economico dei dirigenti di tutta l'Area delle Funzioni Locali
    Scarica qui la lettera con le proposte di Fedirets per il CCNL 2016-2018 dell'Area Funzioni Locali.

Calendario

Agosto 2020
D L M M G V S
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta