IL TAR DEL LAZIO BOCCIA LA DELIBERA ANAC SULLA PUBBLICAZIONE DEI DATI PATRIMONIALI DEI DIRIGENTI PUBBLICI

Pesante battuta di arresto alla pretesa di ANAC di vedere pubblicati i dati patrimoniali di tutta la dirigenza pubblica.
Con sentenza del 7 ottobre scorso che ha discusso nel merito il ricorso RG12937, il Tar Lazio ha annullato non solo i provvedimenti dell'ASL di Matera che obbligavano i dirigenti a pubblicare i dati patrimoniali ma la stessa delibera ANAC 586/2019 che tali obblighi imponevano alle amministrazioni pubbliche di esigere.
L'assunto è, come aveva già chiarito la Corte Costituzionale, che un tale obbligo non può essere imposto a quelle figure dirigenziali che non sono in consonanza politica con l'organo di vertice e che rappresentano meramente figure tecniche.
Resta quindi l'obbligo per i soli dirigenti apicali che hanno il compito di attuazione delle scelte politiche e quindi gli apicalissimi di Ministeri, Regioni, enti locali e SSN (quindi Segretari Generali e Direttori Generali).
Niente obbligo per tutta la restante dirigenza, comprese le Strutture Complesse del SSN.
Il nostro vivo augurio è che ANAC abbandoni la battaglia e non impugni al Consiglio di Stato. 


Scarica qui la sentenza del TAR.

Archivio notizie Fedirsanità

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta