• 1

Ultimissima di Fedir

LE PENSIONI DOPO LA LEGGE DI BILANCIO 2024

Cosmed, Confederazione di appartenenza di Fedir, ha focalizzato  i punti di criticità che ad oggi presenta il  sistema previdenziale (pensionistico e relativo al trattamento di fine servizio) dopo le novità introdotte dalla legge di bilancio 2024.
Il lavoro è propedeutico alla individuazione delle opportune iniziative politiche ma anche giudiziarie rivolte a verificare la correttezza e legittimità delle novità normative degli ultimi tempi  che di fatto hanno cambiato totalmente rendimenti e godimento di tali trattamenti realizzando notevoli perdite economiche e disparità di trattamento (fra varie categorie di dipendenti pubblici e fra dipendenti pubblici e privati).
Una su tutte il differimento dei tempi di pagamento della liquidazione, sui quali dopo due sentenze della Corte Costituzionale che invitano il governo ad intervenire, in Parlamento giace - ignorato - un disegno di legge per ridisciplinare la materia mentre INPS beffardamente ha messo in piedi un sistema di anticipo (dietro pagamento) per dare a ciascuno ciò che già è di sua  proprietà.  Inevitabile sarà dunque chiedere nuovamente alla Corte Costituzionale che finalmente dichiari per espresso l'incostituzionalità della norma e la cancelli del tutto, cosa che tramite Cosmed Fedir si accinge a fare quanto prima.
L'intervento, sempre tramite Cosmed in quanto gli interessi dei molti che la confederazione può rappresentare da più forza anche alle nostre iniziative, sara diretto a verificare se non ci siano disparità di trattamento nelle modalità del taglio operato dalla legge di bilancio 2024 nei rendimenti pensionistici degli anni di contribuzione gia maturati nel sistema retributivo.
Leggi a questo link il documento elaborato da Cosmed sul dossier pensioni. 

DDL RIORGANIZZAZIONE PA

E' partito al Senato l'iter per l'approvazione della proposta di legge del governo Renzi per l'ennesima riforma della Pubblica Amministrazione.

Come sempre scopo ultimo del disegno di legge è mettere le mani sulla dirigenza pubblica, dimenticando (o facendo finta di dimenticare) che la dirigenza delle pubbliche amministrazioni ormai altro non è che lo specchio della dirigenza politica che a mani basse negli ultimi vent'anni ha scelto secondo logiche diverse dalla competenza e dal merito le proprie pedine.

Troppi sono stati i dirigenti di indubbio valore ma poco accondiscendenti sostituiti da dirigenti di dubbio valore ma molto accondiscendenti.

E se fino ad oggi le scelte hanno riguardato soprattutto la dirigenza apicale, il tentativo è adesso di trasferire all'intera dirigenza pubblica esattamente quegli stessi o maggiori poteri fino ad oggi finiti per lo più nelle mani di una classe politica incapace quando non corrotta.

Così l'art. 10 del ddl 1577 incardinato presso la 1.a commissione Affari Costituzionali (presidente Finocchiaro) pretende di rendere licenziabile qualsiasi dirigente che per un certo periodo di tempo dovesse rimanere senza incarico. Peccato che la stessa norma dimentichi totalmente di dare indicazione sul come e sul perchè sia possibile che un dirigente resti senza incarico con ciò lasciando all'arbitrio più totale una così devastante scelta.

Tutto questo non è altro che l'art. 9 comma 32 legge 122/2010 portato all'estrema conseguenza: il dirigente non solo senza motivazione alcuna può essere degradato ma in futuro può bellamente essere addirittura licenziato. La storia ci ha dimostrato quale formidabile strumento di pressione sia stato nella pratica l'art. 9 e come potrà esserlo in futuro l'art. 10 nelle mani dei nostri peggiori amministratori pubblici (e purtroppo non sono pochi).

E' quindi assolutamente necessario introdurre paletti  a tale smisurato quanto unilaterale potere al fine di provare ad evitare che finisca inopinatamente nelle mani sbagliate.

Fedir Sanità si sta quindi adoperando per introdurre al ddl 1577 correttivi e miglioramenti.

Leggi il documemto  

Calendario

Febbraio 2024
L M M G V S D
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 1 2 3
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta